Ci hanno lasciato

Sagra Patronale di Tonadico – San Sebastiano

Giovedì 20 gennaio 2022
Sagra di San Sebastiano – San Bascian – Tonadico

Santa Messa ore 10.00 

Con la partecipazione della
Schützen Kompanie – Giuseppina Negrelli Primör


 


Scarica la locandina della festa patronale di Tonadico_SanBas-cian2022 

Dal sito Santi e beati.

San Sebastiano Martire

20 gennaio – Memoria Facoltativa

Milano, 263 circa – Roma, 304 circa

 

I dati storici circa la figura di san Sebastiano sono limitati alla menzione nel più antico calendario della Chiesa di Roma, la «Depositio Martyrum», confluita nel «Cronografo» risalente al 354, e a una citazione nel «Commento al Salmo 118» di sant’Ambrogio vescovo di Milano. Una “Passio” scritta intorno al V secolo aggiunge che Sebastiano era un membro dei pretoriani, le guardie al diretto servizio dell’imperatore di Roma, ed era cristiano dalla nascita. Grazie al suo servizio, poteva portare conforto ai cristiani che erano destinati al supplizio. A sua volta fu denunciato come cristiano e condannato al supplizio delle frecce, per aver tradito la fiducia dell’imperatore Diocleziano. Ne uscì vivo ma non illeso: dopo le cure, si ripresentò a Diocleziano per rimproverarlo aspramente di quanto aveva commesso contro i cristiani. A quel punto, fu nuovamente condannato: frustato a morte, venne gettato, ormai cadavere, nella Cloaca Massima. Le sue spoglie furono però ritrovate e deposte nelle catacombe della via Appia. Le sue reliquie sono oggi venerate nella basilica di San Sebastiano fuori le Mura a Roma, tranne quella del cranio, custodita nella basilica dei Santi Quattro Coronati a Roma.

Patronato: Atleti, Arcieri, Vigili urbani, Tappezzieri

Etimologia: Sebastiano = venerabile, dal greco

Emblema: Freccia, Palma

Martirologio Romano: San Sebastiano, martire, che, originario di Milano, venne a Roma, come riferisce sant’Ambrogio, al tempo in cui infuriavano violente persecuzioni e vi subì la passione; a Roma, pertanto, dove era giunto come ospite straniero, ebbe il domicilio della perpetua immortalità; la sua deposizione avvenne sempre a Roma ad Catacumbas in questo stesso giorno.

Sagra di Sant’Antonio Abate gennaio – Transacqua

Sagra di Sant’Antonio – Gennaio 2022

DOMENICA 16 GENNAIO 2022 FESTA DI SANT’ANTONIO ABATE
ore 11.00 Santa Messa a Transacqua
con la benedizione del sale e dei mezzi agricoli
Rimane la celebrazione delle 18.00

Scarica il Manifesto_Sant Antonio gennaio 2022

Sant'Antonio Abate Gennaio 2022

 

Risultati immagini per sant'antonio abateSant’Antonio nacque in Egitto intorno al 250 d.C., abbandonò ogni cosa per amore del Signor e presto si diffuse subito la sua santità.
In particolare, dopo la sua morte, affluivano folle di malati, soprattutto di un morbo particolare che procurava un enorme bruciore.
Per ospitare tutti gli ammalati che giungevano, si costruì un ospedale e una Confraternita di religiosi.
Il Papa accordò loro il privilegio di allevare maiali per uso proprio, a spese della comunità, per cui i porcellini potevano
circolare liberamente fra cortili, strade e nessuno li toccava se portavano una campanella di riconoscimento. Il loro grasso veniva usato per curare l’ergotismo, che venne chiamato “il male di s. Antonio” e poi “fuoco di s. Antonio” (herpes zoster). Per questo, nella religiosità popolare, il maiale cominciò ad essere associato al grande eremita egiziano, poi fu considerato il santo patrono dei maiali e per estensione di tutti gli animali domestici e della stalla.

********************************************************

🎼

31 dicembre a San Silvestro

Martedì 31 dicembre 2021 Ore 10.00:
Santa Messa a San Silvestro con la partecipazione del Coro Sass Maor e degli Schützen di Primiero.


Estratto da Wikipedia:

La Chiesetta di San Silvestro si trova nel territorio del comune di Imèr, in Trentino, sul monte Totoga, dove domina l’entrata della valle di Primiero. Secondo rivelazioni recenti venne costruita nel XIII secolo. La chiesetta viene aperta in occasione del 1º maggio, il 31 dicembre e il lunedì di Pasquetta.

Gli abitanti del Vanoi salivano un tempo per chiedere il sole al santo, in particolare quando la pioggia non dava tregua e rovinava i raccolti.

Questa chiesa, assieme a quelle di San Vittore a Tonadico, San Giovanni e Santa Romina a Mezzano, forma una croce a simbolica consacrazione della vallata di Primiero. Oggi un percorso da trekking denominato La Crosèra unisce questi punti con un bel percorso passante per i punti più caratteristici della valle.

L’interno della chiesetta

Sull’intitolazione a Papa Silvestro I ha forse influito il fatto che la chiesa dominasse un’area boschiva ripida e di difficile accesso o forse il nome del papa ha sostituito quello di una divinità venerata sul colle prima della diffusione del cristianesimo a Primiero.

 

Chiesetta di San Silvestro sul Monte Totoga inviate da Pellin Adriana e Fiore Gobber
Chiesetta di San Silvestro sul Monte Totoga inviate da Pellin Adriana e Fiore Gobber Foto d’archivio prima del Covid 19

Auguri di NATALE 2021 da don Giuseppe Da Pra orari delle Sante Messe e Orari delle Confessioni

Orari Messe Natale, Capodanno, Epifania
Orari Messe Natale, Capodanno, Epifania

“Dio sceglie la terra come sua dimora, per stare insieme a noi”.

Buon Natale! Il nostro cuore ha bisogno di essere raggiunto da questa notizia: il nostro Dio si fa bambino, assume tutta la povertà e la fragilità di ogni uomo, per donarci la gioia di sentirci amati. Gesù si è fa piccolo, perché possiamo accoglierlo e ricevere il dono della tenerezza di Dio. In questi giorni, nelle nostre case, abbiamo preparato il presepe e l’albero illuminato. Anche le piazze e le strade dei nostri paesi del Primiero raccontano il Natale del
Signore.
Vi propongo le parole di papa Francesco: “L’abete è segno di Cristo, albero della vita, albero al quale l’uomo non poté accedere a causa del peccato. Ma con il Natale la vita divina si è congiunta a quella dell’uomo. L’albero di Natale, allora, evoca la rinascita, il dono di Dio che si unisce all’uomo per sempre, che ci regala la sua vita.
Le luci dell’abete richiamano quella di Gesù, la luce dell’amore che continua a risplendere nelle notti del mondo. Cari amici, Natale è questo, non lasciamolo inquinare dal consumismo e dall’indifferenza.
I suoi simboli, specialmente il presepe e l’albero addobbato, ci riportano alla certezza che ci riempie il cuore di pace, alla gioia per l’Incarnazione, a Dio che diventa familiare: abita con noi, ritma di speranza i nostri giorni. Non viviamo un Natale finto, per favore, un Natale commerciale! Lasciamoci avvolgere dalla vicinanza di Dio, questa vicinanza che è compassionevole, che è tenera, che riempie il nostro cuore di speranza. La ragione della speranza è che Dio è con noi, si fida di noi e non si stanca mai di noi! E non si stanca mai di perdonare: siamo noi a stancarci di chiedere perdono. Sceglie la terra come sua dimora per stare insieme a noi e assumere le realtà dove trascorriamo i nostri giorni. Perché sia davvero Natale, non dimentichiamo questo: Dio viene a stare con noi e chiede di prendersi
cura dei fratelli e delle sorelle, specialmente dei più poveri, dei più deboli, dei più fragili, che la pandemia rischia di emarginare ancora di più. Così è venuto Gesù, e il presepe ce lo ricorda”.
Abbiamo bisogno di accogliere Gesù nella nostra vita e nelle nostre famiglie. Lo accogliamo nella sua Parola, nel Sacramento della Confessione per la guarigione del cuore, nell’Eucarestia dove si fa pane per nutrirci d’amore e rimetterci in cammino. Anche noi, come Gesù, abbiamo bisogno, oggi più che mai, di scegliere la terra
come nostra dimora, per stare insieme, curare le relazioni gli uni con gli altri, non lasciarci vincere dalle divisioni e discordie, pronti ad offrire il pane del perdono e dell’accoglienza.
Grazie a quanti, in mezzo a noi, frequentano la terra del Primiero, Vanoi e Mis, dandoci ogni giorno lezioni di vita, di forza e di serenità e che, pur nelle difficoltà e nel dolore, mantengono coraggio e dignità, si tengono lontano dall’odio e continuano a rimboccarsi le maniche per servire ed amare. Gesù non ha cambiato la storia con la prepotenza o a forza di parole, ma col dono della sua stessa vita.
Non perdiamo la fiducia e la speranza, non pensiamo che amare sia tempo perso!
Grazie a tutte le famiglie che, con sollecitudine, hanno partecipato alla elezione di nuovi Comitati parrocchiali. Grazie a chi si è reso disponibile per questo prezioso servizio, sia nei Comitati che nei rispettivi Consigli parrocchiali per gli affari economici.
Posiamo lo sguardo sul Bambino e lasciamoci avvolgere dalla sua tenerezza!
Buon Natale a tutte le nostre famiglie. Un augurio speciale ai nostri ragazzi e giovani.
Buon Natale e buon anno nuovo ai nostri anziani presenti nelle Case di riposo di “San Giuseppe” e del Vanoi,
ma anche a quanti sono in ospedale. Buon Natale a tutti gli anziani ed ammalati assistiti nelle nostre case, senza dimenticare quanti sono feriti dalla vita. Il bambino Gesù ci conceda la grazia del lavoro e dell’accoglienza nei nostri alberghi e nelle nostre case. Buon Natale a tutti i turisti che passano qualche giorno in mezzo a noi.
Grazie per la vostra presenza! Buon Natale ai ragazzi dell’Anfass, del Laboratorio sociale, della Comunità alloggio, alla famiglia del “Piccolo Principe”. L’augurio di buon Natale raggiunga le varie parti del mondo, in particolare dove vivono ed operano i nostri missionari. La grazia del Santo Natale porti a tutti consolazione, forza e speranza.

Il Parroco don Giuseppe con don Bepi, don Carlo, don Gianpietro, don Silvio, il diacono Alessandro, i Salesiani e le monache Clarisse Cappuccine.

ORARIO DELLE SANTE MESSE
SABATO 18 DICEMBRE
ore 18.00 FIERA (Arcipretale) – SAN MARTINO DI C.
ore 20.00 NOVENA DI NATALE (Arcipretale)
DOMENICA 19 DICEMBRE – IV^ di Avvento
ore 09.00 SIROR
ore 10.30 FIERA (Arcipretale) – TONADICO – SAGRON
ore 11.00 MONASTERO CAPPUCCINE
ore 18.00 TRANSACQUA
ore 20.00 NOVENA DI NATALE (Arcipretale)
LUNEDI’ 20 DICEMBRE
ore 18.00 TRANSACQUA
ore 20.00 NOVENA DI NATALE (Arcipretale)
MARTEDÌ 21 DICEMBRE
ore 18.00 FIERA (Madonna Aiuto) – SIROR
ore 20.00 NOVENA DI NATALE (Arcipretale)
MERCOLEDÌ 22 DICEMBRE
ore 6.00 SIROR (MESSA DELL’AURORA)
ore 18.00 TONADICO – SAN MARTINO DI C.
ore 20.00 NOVENA DI NATALE (Arcipretale)
GIOVEDÌ 23 DICEMBRE
ore 18.00 TRANSACQUA
ore 20.00 NOVENA DI NATALE (Arcipretale)
VENERDÌ 24 DICEMBRE – VIGILIA DEL NATALE – Sante Messe nella notte
ore 21.30 TRANSACQUA – TONADICO – SAGRON
ore 22.00 SAN MARTINO DI CASTROZZA
ore 22.00 MONASTERO CAPPUCCINE UFFICIO DELLE
LETTURE E SANTA MESSA
ore 22.00 FIERA ARCIPRETALE -VEGLIA DI PREGHIERA
ore 22.30 FIERA (Arcipretale)
SABATO 25 DICEMBRE – NATALE – Sante Messe del giorno
ore 09.00 SIROR
ore 10.00 SAN MARTINO DI CASTROZZA
ore 10.30 FIERA (Arcipretale) – TONADICO – SAGRON
ore 11.00 MONASTERO CAPPUCCINE
ore 16.00 CASA DI RIPOSO DI SAN GIUSEPPE
(solo residenti)
ore 18.00 TRANSACQUA – FIERA (Arcipretale)
SAN MARTINO DI CASTROZZA
DOMENICA 26 DICEMBRE – Santa famiglia di Nazareth
ore 09.00 SIROR
ore 10.00 SAN MARTINO DI CASTROZZA
ore 10.30 FIERA (Arcipretale) – TONADICO – SAGRON
ore 11.00 MONASTERO CAPPUCCINE
ore 18.00 TRANSACQUA – FIERA (Arcipretale)
SAN MARTINO DI CASTROZZA
LUNEDI’ 27 DICEMBRE
ore 18.00 FIERA (Madonna Aiuto) – TRANSACQUA
MONASTERO CAPPUCCINE
MARTEDÌ 28 DICEMBRE
ore 18.00 FIERA (Madonna Aiuto) – SIROR
SAN MARTINO DI C. – MONASTERO CAPPUCCINE
MERCOLEDI’ 29 DICEMBRE
ore 18.00 FIERA (Madonna Aiuto) – TONADICO – SIROR
MONASTERO CAPPUCCINE
GIOVEDI’ 30 DICEMBRE
ore 18.00 FIERA (Madonna Aiuto) – TRANSACQUA
SAN MARTINO – MONASTERO CAPPUCCINE
VENERDI’ 31 DICEMBRE – Santa Messa e Te Deum di Ringraziamento
ore 10.00 SANTUARIO DI SAN SILVESTRO
ore 16.00 SIROR
ore 18.00 FIERA (Arcipretale) – TRANSACQUA
SAN MARTINO DI C. – TONADICO
SABATO 1 GENNAIO – MARIA SANTISSIMA MADRE DI DIO
ore 09.00 SIROR
ore 10.00 SAN MARTINO DI CASTROZZA
ore 10.30 FIERA (Arcipretale) – TONADICO – SAGRON
ore 11.00 MONASTERO CAPPUCCINE
ore 16.00 CASA DI RIPOSO DI SAN GIUSEPPE
(solo residenti)
ore 17.00 SAN MARTINO DI CASTROZZA
ore 18.00 TRANSACQUA – FIERA (Arcipretale)
ore 18.30 SAN MARTINO DI CASTROZZA
DOMENICA 2 GENNAIO – II DOMENICA DOPO NATALE
ore 09.00 SIROR
ore 10.00 SAN MARTINO DI CASTROZZA
ore 10.30 FIERA (Arcipretale) – TONADICO – SAGRON
ore 11.00 MONASTERO CAPPUCCINE
ore 18.00 TRANSACQUA – FIERA (Arcipretale)
SAN MARTINO DI CASTROZZA
LUNEDI’ 3 GENNAIO
ore 18.00 FIERA (Madonna Aiuto) – TRANSACQUA
MARTEDI’ 4 GENNAIO
ore 18.00 FIERA (Madonna Aiuto) – SIROR
MONASTERO CAPPUCCINE
MERCOLEDI’ 5 GENNAIO
ore 18.00
FIERA (Arcipretale)
SAN MARTINO DI CASTROZZA
Benedizione dell’incenso da portare in casa
GIOVEDI’ 6 GENNAIO – EPIFANIA
ore 09.00 SIROR
ore 10.00 SAN MARTINO DI CASTROZZA
ore 10.30 FIERA (Arcipretale) – TONADICO – SAGRON
ore 11.00 MONASTERO CAPPUCCINE
ore 18.00 TRANSACQUA – SAN MARTINO DI CASTROZZA

Durante le Sante Messe dell’Epifania
ci sarà la benedizione dei bambini

ORARIO DELLE CONFESSIONI

DOMENICA 19 DICEMBRE
ore 15.00- 16.00 SAGRON (don Silvio)

MARTEDI’ 21 DICEMBRE
ore 15.00 – 17.00 TRANSACQUA (don Giovanni)

MERCOLEDI’ 22 DICEMBRE
ore 9.00 – 10.30 SIROR (don Carlo)
ore 17.00 – 18.00 SAN MARTINO DI C. (don Giovanni)
GIOVEDÌ 23 DICEMBRE
ore 9.00 – 11.00 TONADICO (don Silvio)
VENERDI’ 24 DICEMBRE – VIGILIA DEL NATALE
ore 9.30 -11.00 FIERA (don Giuseppe e don Giovanni)
ore 15.00 – 17.30 FIERA (don Giuseppe e don Silvio)
ore 16.00 – 18.00 SAN MARTINO DI C. (don Giovanni)
VENERDI’ 31 DICEMBRE
ore 16.00 – 17.45 FIERA
MERCOLEDI’ 5 GENNAIO
ore 16.00 – 17.45 FIERA

“Dio ci comprende anche nei nostri limiti. Egli con il suo amore ci dice che proprio
quando riconosciamo i nostri peccati ci è ancora più vicino e ci sprona a guardare
avanti. Dice di più: che quando riconosciamo i nostri peccati e chiediamo perdono,
c’è festa: questa è la Sua misericordia. Il perdono dei peccati non è “frutto dei nostri
sforzi”, ma “dono dello Spirito Santo” che ci guarisce. E “non è qualcosa che
possiamo darci noi. Io non posso dire: mi perdono i peccati. Confessarsi davanti a
un sacerdote è un modo per mettere la mia vita nelle mani e nel cuore di un altro,
che in quel momento agisce in nome e per conto di Gesù. In quel momento è il
tramite della grazia che mi raggiunge e mi guarisce” (Papa Francesco).

Natale a Ronco Foto Mario Demarchi
Natale a Ronco Foto Mario Demarchi

Auguri di Natale da Don Augusto Pagan, orari delle Sante Messe e Orari delle Confessioni

Buon Natale !

ed un anno nuovo ricco di entusiasmo per condividere quello che siamo ed abbiamo perchè la vita sia “in abbondanza” in tutti !

UN GRAZIE GRANDE PER ACCOGLIERMI NELLE VOSTRE COMUNITÀ !

Attendere, cercare, ascoltare, accogliere, condividere, meravigliarci..ringraziare,. sono i verbi che manifestano il nostro essere discepoli di Cristo Gesù ed impegnati nel suo Regno. Eccoci quindi operai tutti nello stesso cantiere dove si edifica il mondo nuovo per il quale “ il Dio con noi” dona tutto se stesso. Le nostre comunità, dove il posto principale é riservato ai deboli e fragili, sono opera di Dio, chiamate ad essere segno visibile, palpabile, del mondo nuovo che in Cristo Gesù stiamo edificando.   Che in ognuna trinfi la stima e la valorizzazione reciproca. Che nessuna delle “pietre vive” si veda scartata, non valorizzata perché é indispensabile ! BUON NATALE a tutti ed un abbraccio speciale ai nonni, agli ammalati e ai bimbi !
NATALE 2021  d. Augusto

Foto di Germana Romagna

Orari delle Sante Messe nel periodo di Natale.

Valle del Vanoi.
Imèr e Mezzano

Valle del Vanoi.

Imèr e Mezzano, Orari Sante Messe periodo Natalizio

Concerto in preparazione del Santo Natale a Canal San Bovo

In collaborazione tra Parrocchia e Biblioteca comunale di Canal San Bovo
Chantilly Strings Quartet propone
Concerto in preparazione al Santo Natale
Domenica 19 dicembre 2021 alle ore 16.15
nella Chiesa parrocchiale di Canal San Bovo

Violini Michael Isac Girardi
Elisabetta Toller
Viola Linda Ceschi
Violoncello Valentino Vattovani

Ingresso libero nel rispetto delle normative anti-Covid-19 vigenti
Necessario Super Green Pass
Eventuale offerta libera per la Parrocchia

Concerto di Natale – Gen Verde

Sabato 11 dicembre alle ore 21.00, concerto online speciale di Natale: “Together at Christmas” del Gen Verde:

Link: https://youtu.be/n6DgBWRUS2A

Ci scrivono:
“…Dopo un anno dal concerto “Gen Verde Christmas Concert”, vogliamo ritrovarci ancora una volta con tante sorprese e regali per tutti voi!

Ecco qualche piccola anticipazione:

– canteremo live per la prima volta la nuova canzone “Dio con Noi, Emmanuel” e, per l’occasione, sarà con noi un coro molto speciale con il quale stiamo lavorando da un po’!

– non mancheranno ritmi e inni natalizi legati alle varie culture che ci appartengono con strumenti, voci, sonorità internazionali e interculturali.

Non solo festa, ma anche un momento di riflessione e di gioia da vivere insieme: nonostante la pandemia,  la stella che ci guida verso una vita nuova è un Dio bambino che ci invita a rinascere“.

dal Gen Verde

 

_______________________________________________

Together at Christmas – Natale con il Gen Verde
Quando: 11 dicembre 2021
Ora: Ore 21 (UTC +1)

https://youtu.be/n6DgBWRUS2A

Un concerto con ritmi e sonorità:  internazionali e interculturali… tutto per esprimere la gioia dell’attesa di questa notte divina!
Ti aspettiamo!!

Anniversari di Sacerdozio anno 2021

L’unità pastorale di Soprapieve ricorda gli anniversari di sacerdozio dei suoi sacerdoti.

70° di don Pierino Kinspergher
65° di Don Ilario Crepaz
55° di don Gianpietro Simion
40° di don Jean Rebellato

Domenica 12 dicembre ore 10.30 – Chiesa Arcipretale Santa Maria Assunta.

Santa Barbara patrona dei Vigili del Fuoco

Sabato 4 dicembre – Santa Barbara – Patrona dei vigili del fuoco volontari.
Santa Messa ore 15 in Arcipretale a Pieve. 

Santa Barbara

Santa Barbara, Vergine e Martire, 4 Dicembre

Nacque a Nicomedia nel 273. Si distinse per l’impegno nello studio e per la riservatezza, qualità che le giovarono la qualifica di «barbara», cioè straniera, non romana. Tra il 286-287 Barbara si trasferì presso la villa rustica di Scandriglia, oggi in provincia di Rieti, al seguito del padre Dioscoro, collaboratore dell’imperatore Massimiano Erculeo. La conversione alla fede cristiana di Barbara provocò l’ira di Dioscoro. La ragazza fu così costretta a rifugiarsi in un bosco dopo aver distrutto gli dei nella villa del padre. Trovata, fu consegnata al prefetto Marciano. Durante il processo che iniziò il 2 dicembre 290 Barbara difese il proprio credo ed esortò Dioscoro, il prefetto ed i presenti a ripudiare la religione pagana per abbracciare la fede cristiana. Questo le costò dolorose torture. Il 4 dicembre, infine, fu decapitata con la spada dallo stesso Dioscoro, che fu colpito però da un fulmine. La tradizione invoca Barbara contro i fulmini, il fuoco e la morte improvvisa. I suoi resti si trovano nella cattedrale di Rieti. (Avvenire)