Ci hanno lasciato

Santa Messa del 22 Maggio e rinnovo del voto alla Madonna dell’Aiuto,ore 20 Chiesa Arcipretale Santa Maria Assunta – Pieve

Rinnovo del Voto alla Madonna Dell’Aiuto, Domenica 22 Maggio alle ore 20.00 l’intero Primero volgerà il suo cuore a Maria per la pace nel mondo e nelle nostre famiglie.

Processione D
ALLA CHIESA DELLA MADONNA DELL’AIUTO fino all’Arcipretale a Pieve e recita del Santo Rosario.

Maria, donna della pace, prega per noi!
In preparazione al Rinnovo del Voto alla Madonna dell’Aiuto, ci guida l’intenzione di preghiera che papa Francesco ha consegnato in questi giorni al mondo intero:
“Abbiamo alle spalle due anni di pandemia, che hanno lasciato segni pesanti. Era il momento di uscire insieme dal tunnel, mano nella mano, mettendo insieme le forze e le risorse. Invece stiamo dimostrando che in noi non c’è ancora lo spirito di Gesù, c’è ancora lo spirito di Caino, che guarda Abele non come un fratello, ma come un rivale, e pensa a come eliminarlo. Abbiamo bisogno del Crocifisso Risorto per credere nella vittoria dell’amore, per sperare nella riconciliazione”


MERCOLEDÌ 18 MAGGIO ADORAZIONE EUCARISTICA PER LA PACE ore 20.15 – chiesa della Madonna dell’Aiuto

“Con gli occhi rivolti al cielo, le mani giunte o inginocchiati chiediamo a Maria di intercedere presso il Figlio la fine della pandemia, che affligge il mondo da ormai più di un anno e  la ripresa delle attività sociali e lavorative”.
(Papa Francesco)

 

Chiesa della Madonna Dell'Aiuto a Fiera - Foto Luciana Bettega
Chiesa della Madonna Dell’Aiuto a Fiera – Foto Luciana Bettega

Ottavario di Preghiera in onore della Madonna dell’Aiuto dal 16 al 20 maggio
Ore 8.00 S. Messa – Chiesa Madonna dell’Aiuto
Ore 20.00 S. Rosario – Chiesa Madonna dell’Aiuto
Il Santo Rosario della sera sarà animato dalle Comunità Cristiane di Soprapieve e dai Gruppi della catechesi.

 

Lettera alle famiglie…. anno 2020
Siamo alle porte della Festa del Voto alla Madonna dell’Aiuto di domenica prossima 22 maggio, solennità di Pentecoste. La festa di Pentecoste con il dono dello Spirito Santo è l’inizio di una nuova stagione.
Ed è proprio il dono dello Spirito Santo ad aprirci ad una settimana di preghiera secondo le intenzioni affidateci da Papa Francesco: “Sull’esempio delle prime comunità cristiane, in questo momento di grande prova, eleviamo al Signore, per intercessione della Beata Vergine Maria, l’incessante supplica per la fine della pandemia e la ripresa della vita sociale e lavorativa”.
Quante persone passano davanti all’immagine della Madonna. Quanti posano i loro occhi negli occhi di Maria e si aprono a lei con l’intimità dei figli.
A volte, nel silenzio da cuore a cuore, che solo un Padre e una Madre sanno comprendere. Nei suoi occhi vediamo immagini di sofferenza, ansie, implorazioni, sconcerto, lacrime, commozione di tanti. Nei suoi occhi vediamo
tutta la fatica di questo tempo che lascia all’interno delle nostre case non poche difficoltà… E Lei ci offre Gesù! Questa è la nostra grande consolazione.
Quante luci troviamo sempre accese davanti a Maria. Mi commuovono sempre, perché penso a quanti desideri esprimono. Le accendiamo perché abbiamo bisogno di luce, ma anche per rassicurare Maria che il suo amore ci ha raggiunto; che non siamo più nel buio e quella luce la portiamo nel cuore, affinché illumini
di amore la vita intorno a noi.
Insieme con Maria chiederemo il dono dello Spirito Santo, per essere rinnovati nel profondo del cuore. Non lasciamo passare invano il dolore che ci ha travolto in questi mesi. Non lasciamo passare invano il volto di tanti fratelli e
sorelle che hanno raggiunto il Paradiso, lasciando qui in mezzo a noi tracce di tanto bene e di una vita donata agli altri. La Madonna dell’Aiuto aiuterà tutti noi ad accogliere lo Spirito Santo: per capire che il cielo è vicino e la terra più bella; a trovare l’azzurro nel cuore nostro e donarlo ai tanti che sono pieni di domande vere e di ricerca. Questi non chiedono fratelli maggiori antipatici o verità senz’amore, ma compagni di strada che siano testimoni, che camminino insieme a loro. Grazie al dono dello Spirito Santo avremo la forza di perdonarci, di fasciare qualche ferita, di riguardarci negli occhi e ridarci speranza gli uni con gli altri. Guardando a Maria invochiamo lo Spirito di fortezza su tutte le nostre famiglie, sui nostri ragazzi e giovani. Le affidiamo le famiglie dei bambini che in
queste domeniche si accosteranno al Pane vivo del Corpo e Sangue del Signore.
Le famiglie dei bambini che hanno ricevuto l’abbraccio del perdono di Gesù, nella prima confessione.
In particolare affidiamo il lavoro della nostra gente, perché, in sicurezza, siamo ancora in grado di dare alla nostra terra il volto dell’accoglienza. Guardando a Maria riconosciamo quanto Gesù ci ama ed il segreto della vita è amare, facendoci carico gli uni dei pesi degli altri.
Frequentando questo tempo sentiamo una domanda profonda: “Le nostre storie, le nostre vicende, le nostre iniziative, ciò che abbiamo realizzato, le nostre comunità, le nostre case, le nostre famiglie: sono luoghi d’amore dove
– seppure con fatica e nella fragilità – si costruiscono ancora storie d’amore?
Ricominceremo anche noi da questo amore?”

Con affetto, don Giuseppe

Chiesa Arcipretale con vista di Primiero San Martino di Castrozza
Chiesa Arcipretale con vista di Primiero San Martino di Castrozza

Sagra di Prade in onore alla Beata Vergine di Caravaggio

DOMENICA 22 MAGGIO

SAGRA DI PRADE BEATA VERGINE DI CARAVAGGIO

GIOVEDI’ 19 MAGGIO
Preghiera del Rosario
Chiesa di Prade  ore 17,30

VENERDI’ 20 MAGGIO
Supplica alla MADONNA DI CARAVAGGIO
Chiesa di Prade ore 17,30

DOMENICA 22 MAGGIO
MESSA SOLENNE IN ONORE DELLA  MADONNA DI CARAVAGGIO
Chiesa di Prade ore 10,30
e processione per le vie del paese.

Santo Rosario nel mese di Maggio 2022

Comunità in preghiera
MAGGIO – CON MARIA – PER LA PACE
SANTO ROSARIO COMUNITARIO
Madonna dell’Aiuto a Fiera:lunedì-martedì-giovedì-venerdì alle ore 20.00
San Martino di C.: dal lunedì al sabato alle ore 17.30
Siror: dal lunedì al venerdì alle ore 17.30
Tonadico: lunedì-martedì-giovedì alle ore 20.00
mercoledì e venerdì alle ore 17.30
Transacqua: lunedì e giovedì alle ore 17.30

PREGHIERA DEL ROSARIO NEL MESE DI MAGGIO CON LA BENEDIZIONE DELLE FAMIGLIE
IMER

Mercoledì 11 maggio ore 20.00 Preghiera del Rosario nella cappella dei Masi
Mercoledì 18 maggio ore 20.00 Preghiera del Rosario al capitello di via Meatoli
Mercoledì 25 maggio ore 20.00 Preghiera del Rosario all’immagine sacra di Via San Francesco (casa Nicolao)
Lunedì 30 maggio ore 20.00 Preghiera del Rosario con processione al capitello della Madonna del Bus partendo dalla chiesa.

MEZZANO
Martedì 10 maggio ore 20.00 Preghiera del Rosario al capitello di Via Santa Fosca
Martedì 17 maggio ore 20.00
Preghiera del Rosario alla Copera Martedì
24 maggio ore 20.00
Preghiera del Rosarioalla fontana dei Grisoni
Martedì 31 maggio ore 20.00
Preghiera del Rosario conprocessione dai Canzei della Alluvione verso il capitello di Via delle Scure

PREGHIERA DEL ROSARIO NEL MESE DI MAGGIO:

A CAORIA: TUTTI I GIORNI ALLE ORE 17.00
A CANAL SAN BOVO:
LUNEDI’ MARTEDI’ VENERDI’ ORE 18.00 IN CHIESA
GIOVEDI’ 12 MAGGIO ORE 20.00 PREGHIERA DEL ROSARIO AL CAPITELLO DELLE GRAZIE
– TUTTI I MERCOLEDI’ DI MAGGIO ALLE 20.00 SANTA MESSA NELLA CAPPELLA DI LAUSEN. IN CASO DI MALTEMPO LA MESSA VERRA’ CELEBRATA IN CHIESA
– GIOVEDI’ 12 MAGGIO ALLE 15.00 SANTA MESSA VOTIVA NELLA CAPPELLA DEL PRONT

Come recitare il rosario.  (leggi sul sito di Radio Maria)

Come recitare il rosario
Come recitare il rosario

Adorazione eucaristica per la pace.

ADORAZIONE EUCARISTICA PER LA PACE
ore 20.15 – Arcipretale a Pieve
TUTTI I MERCOLEDI’ DEL MESE DI MAGGIO 2022

Rischio una riflessione…

In tempi difficili si nota un aumentare, in modo esponenziale, dell’uso delle parole.
Certo, qualcuno dirà: “È il modo immediato che abbiamo per comunicare”. Eppure
la vita ci insegna che gli estremi dell’esistenza umana (nascita e morte) non hanno
parole. E, se proprio ci sono, comunque rimangono poche e spesso giudicate banali.
In un neonato è il pianto la sua prima forma immediata per attirare l’attenzione della
mamma; poi arrivano i primi suoni; solo dopo raccoglie parole dal mondo adulto e le
rimette in circolo sotto forma di simpatici strafalcioni… Con un malato terminale o
una persona anziana chi è vicino si accontenta di un gesto del capo, di un batter di
ciglia, di una mano debole che tenta la stretta. Parole: pochissime! In fondo Gesù,
morendo in croce, ha espresso per ultime due paroline banali (e inutili, visto l’esito)
che potesse dire: “Ho sete!”. Eppure, quelle misteriose parole ancora ci interrogano:
Ma noi abbiamo sete di Dio?

Se allargo lo sguardo, o meglio, mi faccio attento con l’udito e la vista, in quanto
oggi spesso le parole sono scritte (WhatsApp insegna!), colgo un proliferare di
parole. Prendo per esempio, visto che per un po’ ne dobbiamo parlare, la guerra in
Ucraina. Ho notato quanto le testate giornalistiche nazionali ed internazionali
dedicano alla questione. Poi, per dare un minimo di normalità, inseriscono i così
detti “Programmi di intrattenimento culturale”. Il risultato è che si passa dalle bombe
alle ballerine senza batter ciglio. In entrambi i casi c’è un’esplosione di esperti che
parlano, parlano, parlano.

Se stiamo attenti noteremo Tv e i social essere lo specchio di quell’anima che è la nostra società, creata e alimentata da noi. In ogni dove trovi qualcuno che parla. Non importa ciò che dice, o scrive sulle varie piattaforme di
comunicazione sociale, l’importante è che tutti possano esprimere il proprio punto di vista. Nei giorni bui della pandemia tutti, in pochi giorni, siamo diventati “esperti” di virus, protezioni, vaccini, ecc. Nel tempo presente, ferito dalla guerra, tutti sanno di armi, di eserciti, di atrocità, di diritto internazionale e, soprattutto, di economia.

Salvo poi vedersi recapitare la bolletta della luce e del riscaldamento raddoppiate o triplicate nei costi. In quel caso si passa dalle parole “esperte” di economia mondiale alla più casereccia bestemmia. Sigh!
Papa Francesco, che di parole se ne intende, in ogni situazione critica se usa le parole sono sempre per rafforzare i gesti. Nella pandemia è arrivato in una Piazza San Pietro vuota e l’ha attraversata da solo sotto la pioggia battente, il resto è stato solo un prolungamento a quel gesto. In questo periodo, segnato da morti e distruzioni, prima ha mandato il suo Elemosiniere a portare di persone ambulanze ai civili delle città bombardate, poi lo ha fatto scendere dentro una fossa comune e lì, nel silenzio, pregare.

Se ci sono parole, da parte del Papa, sono solo per rimarcare che in quei gesti ci sono i potenziali semi da cui può nascere e crescere l’albero della pace.

(Alessandro, fratello diacono).

 

Adorazione Eucaristica per la pace nel mondo

Adorazione Eucaristica per la pace nel mondo

Preghiera per la pace di Papa Francesco

Invocazione di perdono per la pace
(Papa Francesco)

Perdonaci la guerra, Signore.
Signore Gesù Cristo, Figlio di Dio, abbi misericordia di noi peccatori.
Signore Gesù, nato sotto le bombe di Kiev, abbi pietà di noi.
Signore Gesù, morto in braccio alla mamma in un bunker di Kharkiv, abbi pietà di noi.
Signore Gesù, mandato ventenne al fronte, abbi pietà di noi.
Signore Gesù, che vedi ancora le mani armate all’ombra della tua croce, abbi pietà di noi!
Perdonaci Signore, perdonaci, se non contenti dei chiodi con i quali trafiggemmo la tua mano, continuiamo ad abbeverarci al sangue dei morti dilaniati dalle armi.
Perdonaci, se queste mani che avevi creato per custodire, si sono trasformate in strumenti di morte.
Perdonaci, Signore, se continuiamo ad uccidere nostro fratello, perdonaci se continuiamo come Caino a togliere le pietre dal nostro campo per uccidere Abele.
Perdonaci, se continuiamo a giustificare con la nostra fatica la crudeltà, se con il nostro dolore legittimiamo l’efferatezza dei nostri gesti.
Perdonaci la guerra, Signore. Perdonaci la guerra, Signore.
Signore Gesù Cristo, Figlio di Dio, ti imploriamo! Ferma la mano di Caino!
Illumina la nostra coscienza, non sia fatta la nostra volontà, non abbandonarci al nostro agire!
Fermaci, Signore, fermaci!
E quando avrai fermato la mano di Caino, abbi cura anche di lui. È nostro fratello
O Signore, poni un freno alla violenza!
Fermaci, Signore!

Amen.

Festa diocesana degli adolescenti.

Testi e foto tratti dal sito della Diocesi di Trento.
Ritorna la Festa diocesana degli adolescenti. Sabato 14 maggio la pacifica invasione del Doss Trento. Tutte le informazioni utili qui sotto o sul sito della diocesi.

Un graditissimo ritorno, a più di due anni – causa pandemia – dall’ultimo evento diocesano a loro dedicato: sabato prossimo, 14 maggio, riecco la Festa diocesana degli adolescenti. La freschezza e il sorriso di centinaia di ragazze e ragazzi provenienti da tutte le valli torneranno ad animare la città capoluogo e in particolare il Doss Trento, con partenza da Piedicastello. Alla Festa sono invitati tutti i gruppi adolescenti della Diocesi (dalla 1a superiore in su).

Questo il programma:

  • 15.00: Inizio Festa a Piedicastello
  • 15.30: Partenza tutti insieme per il Doss Trento
  • 16.30: Stand con proposte e iniziative a tema “estate nei nostri campeggi e grest” (bans, balli, giochi, sport, giocoleria….) o racconti di esperienze vissute (GMG, Caritas, ACCRI, Centro Missionario…)
  • 18.30: S. Messa col vescovo Lauro
  • 20.00: Cena al sacco, a seguire spazio alla festa 
  • 22.00: Conclusione

Sono aperte le iscrizioni individuali agli stand tematici (dai balli alla giocoleria, dallo sport ai racconti di esperienze vissute nel volontariato): ognuno potrà scegliere nella sua iscrizione a quali stand partecipare! CLICCARE QUI PER ISCRIZIONE!

NB: In caso di pioggia la Festa si terrà ugualmente in un altro luogo e con un programma leggermente modificato.

Info tecniche

  • ritrovo nella piazza di Piedicastello davanti alla chiesa di S. Apollinare
  • parcheggio consigliato ad auto e corriere: ex Italcementi (vicino alla Motorizzazione)
  • per adolescenti dalla 1 superiore in su
  • costo per partecipante: € 5,00 a partecipante
  • costo maglietta per chi la desidera € 5,00 (ingresso + maglietta €10,00)
  • partecipazione agli stand su iscrizione

Nella foto, l’ultima Festa diocesana degli adolescenti, nell’ottobre 2019.

Ritorna la Festa diocesana degli adolescenti. Sabato 14 maggio la pacifica invasione del Doss Trento. Tutte le informazioni utili

Auguri di Buona Pasqua da Don Augusto Pagan

 

PASQUA 2022!
Santa Pasqua 2022 «Ho tanto desiderato mangiare questa Pasqua con voi, prima della mia passione, perché io vi dico: non la mangerò più, finché essa non si compia nel regno di Dio».(Gesù) Il desiderio di Gesù é fame di commensalità, condivisione, fraternità…che si realizza quando Dio, che é Amore, conquista il nostro cuore: il regno di Dio. Augurarci Buona Pasqua credo significhi proprio pregare gli uni per gli altri affinché questo desiderio, questa passione di Gesù diventi nostra e nessun nemico ce la possa rubare.
La pandemia, le guerre, le divisioni nelle nostre famiglie, le fatiche nella condivisione quotidiana…le dipendenze che ci tolgono il dono prezioso della libertà, sono ladri in agguato per spegnere questo fuoco del desiderio di un mondo nuovo che Gesù in ogni Eucaristia riaccende nel cuore dei suoi commensali. Sostenuti dallo Spirito del Risorto e dall’aiuto reciproco, guardiamoci dai ladri! Che il Risorto, vincitore dell’odio con l’Amore ci dia occhi per scoprire e cuore per coltivare tutti quei semi e desideri di commensalità che si fanno concreti in mezzo a noi. Sono segni del suo regno, segni di Speranza, che i discepoli del Risorto siamo chiamati ad indicare a questa nostra umanità ferita.
BUONA PASQUA !

                                                                                         d. Augusto


Festa del lavoro a San Silvestro anno 2022

San Giuseppe Lavoratore

“L’umanità comprenda che è giunto il momento di abolire la guerra, di cancellarla dalla storia dell’uomo
prima che sia lei a cancellare l’uomo dalla storia”.
(Papa Francesco)
Sabato 30 aprile ore 10.00 Santa Messa a San Silvestro 

Celebrazioni Settimana Santa anno 2022

Qui puoi scaricare tutti gli orari delle celebrazioni della settimana Santa.

Clicca qui per:
Settimana Santa 2022  – Soprapieve – Tutti gli orari delle celebrazioni. 
Settimana_Santa 2022 – Unità pastorale Pietro e Giorgio- Tutti gli orari delle celebrazioni

Valle del Vanoi, tutti gli orari delle Celebrazioni.